Salute - La Salute:

La Medicina

Iinsieme delle discipline scientifiche che studiando la fisiologia e le patologie e si occupano della salute di persone o animali si chiama Medicina.
Cerca all'interno del Sito:

Physiosal, prodotti a Base Salina.
SSB consiglia questa tipologia di prodotti a Base Salina. Physiosal tratta Creme per il corpo a base di sale marino, in particolare creme Mani e Anticellulite oltre ad Argille Saline.

Riteniamo importante segnalare aziende che lavorano con il sale per il benessere della persona.

La Medicina

Con Medicina, nella lingua italiana, si intende principalmente:
Il farmaco o medicinale o medicina; nella lingua italiana parlata correntemente nella Svizzera italiana si usa anche il termine medicamento che in Italia ha, invece, un valore aulico.
Come gergo, la parola medicina è diventata di uso comune nell’indicare:
L’insieme delle discipline scientifiche che, studiando la fisiologia e le patologie, si occupano della salute di persone o animali.
La pratica professionale dell’arte medica da parte di una persona (medico) che ha conseguito un titolo accademico riconosciuto legalmente.

LA STORIA

Ai tempi dei Babilonesi e degli Egizi

I più vecchi testi di medicina babilonese vengono datati verso il II millennio a.C. Il più famoso testo giunto fino ai nostri tempi è il diario diagnostico scritto dal medico Esagil-kin-apli di Borsippa, vissuto durante il regno di Adad-apla-iddina (1069-1046 a.C.).
Le prime informazioni mediche egizie sono contenute nel papiro, il mezzo di scrittura degli egizi, di Edwin Smith,datate circa nel 3000 a.C. . Vigeva già allora una legislazione sanitaria e un’arte medica progredita, ricca di strumenti chirurgici ed elenchi di piante con proprietà medicinali.
A quei tempi era comune indicare come origine delle malattie eventi superstiziosi o l’implicazione di demoni, come riportato nel papiro di Ebers (datato nel 1550 a.C. circa),anche se nello stesso papiro si descriveva quello che in seguito verrà denominato tumore.

Ai tempi dei Greci e dei Romani

Il primo medico greco conosciuto è stato Alcmaeone di Crotone, vissuto intorno al 700 a.C., egli è stato l’autore del primo lavoro di anatomia. Ippocrate ha creato la sua scuola medica nella città di Cos.
I greci hanno avuto diverse influenze dall’Egitto soprattutto in campo farmacologico, tale influenza diventò molto più chiara quando si aprì una scuola di medicina greca in Alessandria.

Nell’impero romano si assistevano alle prime specialità mediche quali l’urologia, l’oftalmologia ed altre, con il passare del tempo il popolo comprese che la cura dell’igiene preveniva la nascita di molte malattie perciò costruirono i vari acquedotti. I chirurghi romani avevano molti attrezzi per lavorare, fra i quali scalpelli, cateteri, gli estrattori delle frecce, ed altri, per curare il dolore usavano l’ oppio e le scopolamine e per lavare le ferite usavano l’aceto.

Ma i grandi furono Ippocrate e Galeno di Pergamo, che importante ruolo ebbero non solo nell’anatomia e nella patologia, ma anche nella chirurgia. Galeno, ha scritto più di 500 trattati sulla fisiologia, l’igiene, dietetica, patologia e farmacologia ed è accreditato come colui che scoprì l’esistenza del midollo spinale. Se Celso descrisse i quattro sintomi classici dell’infiammazione (rubor rossore, dolor dolore, calor calore, tumor gonfiore), Galeno ne osservò anche la limitazione funzionale (functio laesa). Notevole anche il trattato Procedimenti anatomici, basato sulla dissezione delle scimmie.

Ai tempi del Medioevo

Il decadimento dell’Impero romano ha contribuito alla regressione delle pratiche mediche; sono stati i religiosi a tramandare il sapere dell’antica cultura consentendo così il risveglio della medicina, assieme alla scuola araba e a quella salernitana (1100 d.C.). Nacquero le prime Università mediche e nel 1300 d.C. la scuola bolognese aprì la prima scuola di anatomia.
La medicina ai tempi del medioevo era un insieme di idee antiche e di influenze spirituali, Claude Lévi-Strauss identificò questa mistura come un "complesso shamano".

Nel XIV secolo la medicina fu scossa da quella che in futuro verrà chiamata la morte nera, ovvero la peste bubbonica. Le teorie mediche prevalenti dell’epoca misero la loro attenzione sulle spiegazioni religiose piuttosto che scientifiche, ma ciò risultò del tutto inutile poiché circa un terzo della popolazione Europea venne sterminato.

Tacuinum sanitatis Casanatense (XIV secolo)Il divulgarsi della stampa (1500) diede un nuovo impulso alla ricerca scientifica e una dopo l’altra vennero scoperte ed approfondite la circolazione sanguigna e linfatica, i meccanismi del cuore, della respirazione e della contrazione muscolare.
Divennero sempre più stretti i rapporti tra medicina e le scienze naturali: grazie a questa interdisciplinarità i ricercatori fondarono l’anatomia patologica, la chimica organica e quella biologica, la fisiologia sperimentale.

I TEMPI MODERNI

Negli ultimi secoli grazie agli avanzamenti nella chimica e nelle tecniche ed attrezzature dei laboratori, ai miglioramenti nell’alimentazione e nell’igiene, il tasso di mortalità delle varie malattie è diminuito notevolmente, aumentando di conseguenza l’aspettativa di vita.

Molte scoperte importanti nel campo medico sono avvenute per caso come per esempio quelle di Gregor Mendel (1822-1884) che ha pubblicato nel 1865 i suoi libri sulle piante, dai quali si formarono e si diffusero le leggi di Mendel, che poi costituiranno la base della genetica classica; tutto questo ha consentito la scoperta della struttura del DNA avvenuta nel 1953. Altro caso emblematico fu quello di Alexander Fleming che nel 1928 constatò, alquanto meravigliato, la scomparsa di alcune colonie di stafilococco da una provetta grazie all’azione di una piccola muffa, verificando, in tal modo, il concetto di antagonismo batterico e di attività antibiotica fondamentali per debellare le malattie infettive.

La medicina, con la sua sperimentazione, spesso contrasta sia con la religione delle persone e la religione in cui essi credono e sia con i principi etico-morali dell’individuo. Nel 1930 parecchie pratiche mediche discutibili sono state introdotte compreso l’ elettroshock e la lobotomia, e negli ultimi anni l’aborto e la clonazione sono stato oggetto di polemiche.

Spesso, soprattutto nei tempi moderni, le malattie vengono scoperte prima come un insieme di manifestazioni di sintomi che coinvolgono più organi e quindi denominate sindromi, per poi, soltanto dopo una volta analizzate e studiate, essere denominate realmente malattie. Questo è accaduto in casi come l’ AIDS (acronimo di Acquired Immune Deficiency Syndrome) con la quale si definisce la sindrome in cui si riscontra un insieme di manifestazioni dovute alla deplezione di linfociti T,e la SARS, (acronimo di Severe acute respiratory syndrome), una forma atipica di polmonite, provocata da uno specifico virus, apparsa per la prima volta nel novembre 2002 nella provincia del Guangdong (Canton) in Cina,ed ha portato 813 morti al mondo per poi quasi sparire.

Specialità e ripartizioni della medicina

Esistono due tipologie in cui si racchiudono tutte le discipline mediche, la prima quelle chirurgiche, dove si effettuano anche operazioni sulla specialità e quelle non chirurgiche le altre dove non si procede ad alcun intervento.

Discipline non chirurgiche

Allergologia, il medico specialista si chiama allergologo e cura le allergie.
Anatomia Patologica, il cui medico specialista, l’anatomo-patologo, si occupa dello studio di tessuti e cellule prelevate da pazienti, oppure da cadaveri (esame necroscopico), allo scopo di stabilire la natura della malattia della quale il paziente è affetto, oppure che lo ha portato a morte.

Anestesia, il medico specializzato si chiama anestesista, colui che si occupa sia di far addormentare le persone prima di un intervento che di farle risvegliare successivamente.
Angiologia, il medico specializzato in tale disciplina si chiama angiologo, studia le patologie riguardanti l’anatomia e le patologie che colpiscono i vasi sanguigni e quelli linfatici.
Cardiologia, il medico specializzato in tale disciplina si chiama cardiologo, studia tutte le patologie riguardanti il cuore.

Dermatologia, il medico specializzato in tale disciplina si chiama dermatologo, studia la cute umana.

Ematologia,il medico specializzato in tale disciplina si chiama ematologo, cura le malattie del sangue e degli organi emopoietici.

Endocrinologia, il medico specialista si chiama endocrinologo, studia le malattie relative alle ghiandole endocrine.

Gastroenterologia, il medico specialista si chiama gastroenterologo, studia le malattie gastrointestinali.

Geriatria, il medico specializzato in tale disciplina si chiama geriatra, si occupa degli anziani.
Immunologia, lo specialista viene denominato immunologo, studia il sistema immunitario, e cura le malattie ad esse relative.

Malattie infettive, il medico specialista si chiama infettivologo, studia le malattie infettive.
Medicina del lavoro, i cui medici sono coloro che prevengono e diagnosticano le malattie da causa professionale, anche nella figura del medico competente, ed effettuano la sorveglianza sanitaria sui lavoratori.

Medicina estetica, disciplina che si occupa di correggere o eliminare gli inestetismi del corpo senza ricorrere alla chirurgia, ma con trattamenti poco invasivi.

Medicina interna, il medico specialista chi chiama internista.

Medicina subacquea, e la sua branca medicina iperbarica, studiano le prevenzione e il trattamento delle condizioni patologiche causate dell’entrata dell’essere umano nell’ambiente subacqueo.

Medicina dello sport, disciplina che previene e cura le malattie derivate da una pratica sportiva compiuta in modo scorretto. Fra i suoi compiti più particolari effettua servizio di vigilanza sulle possibilità di frode nel mondo dello sport.

Medicina legale, colui che accerta la morte di una persona ed effettua l’autopsia, una pratica che non essendo una cura, visto che la persona è già morta, non è considerata chirurgia.

Medicina riabilitativa, è la materia che si occupa del recupero delle abilità perse o non acquisite a causa di un evento patologico.

Medicina scolastica, la cui attività viene rivolta soprattutto a chi frequenta le scuole dell’obbligo, si basa sull’individuazione di eventuali anomalie del normale sviluppo psicosomatico del ragazzo.

Medicina nucleare, il cui specialista si occupa di diagnosi e terapia attraverso l’uso di isotopi radioattivi.

Nefrologia, il medico specializzato in tale disciplina si chiama nefrologo.

Neonatologia, lo specialista si chiama neonatologo, presta cure mediche nei neonati.

Neuropsichiatria, si occupa dello sviluppo neuropsichico e dei suoi disturbi, neurologici e psichici, rivolti a persone maggiorenni.

Neuropsichiatria infantile, si occupa dello sviluppo neuropsichico e dei suoi disturbi, neurologici e psichici, nell’età compresa fra zero e diciotto anni.

Neurologia, il medico specializzato in tale disciplina si chiama neurologo.

Oncologia, il medico specializzato in tale disciplina si chiama oncologo, studia i vari tumori (neoplasie) che si ritrovano nel corpo umano.

Pediatria, il medico specializzato in tale disciplina si chiama pediatria, si occupa dei bambini.

Pneumologia, il medico specialista si chiama pneumologo, studia le malattie relative all’apparato respiratorio.

Psichiatria, si occupa della prevenzione, della cura e della riabilitazione dei disturbi mentali, dal punto di vista teorico e pratico e il medico specialista si chiama psichiatra.

Radiologia, il cui medico si chiama radiologo, è una branca della medicina che si occupa di fornire immagini dell’interno del corpo umano, allo scopo di fornire informazioni utili alla diagnosi.

Reumatologia, il medico specialista si chiama reumatologo e studia le malattie delle articolazioni, del tessuto connettivo e di altri tessuti su base infiammatoria o autoimmune.

Discipline chirurgiche

  • Cardiochirurgia,il medico specializzato in tale disciplina si chiama cardiochirurgo, effettuta operazioni sul cuore.Chirurgia generale
  • Chirurgia laparoscopica, colui che cura i calcoli al rene, alle colicisti, ecc.
  • Chirurgia plastica, che cura gli ustionati.
  • Chirurgia toracica
  • Chirurgia vascolare
  • Ginecologia, il medico specializzato in tale disciplina si chiama ginecologo.
  • Neurochirurgia, il medico specializzato in tale disciplina si chiama neurochirurgo.
  • Oculistica
  • Chirurgia maxillo-facciale
  • Odontoiatria
  • Otorinolaringoiatria
  • Traumatologia
  • Urologia, il medico specialista si chiama urologo, si occupa delle vie urinarie e malattie riguardanti l’apparato genitale.


Farmaci e medicina

La farmacologia è il mezzo con cui i medici curano le malattie, la scienza che si occupa di studiare i farmaci.
Una cura non equivale alla guarigione in quanto esistono malattie croniche che anche trattate la loro guarigione non avviene mai.

Principio attivo e farmaco
Spesso si confondo due concetti basilari per quanto riguarda la farmacologia:
Farmaci in ampolleIl principio attivo è la molecola utile all’organismo di una persona, per migliorarne in qualche modo la salute
Il farmaco è l’insieme di uno o più principi attivi con i componenti aggiuntivi e il rivestimento, che racchiude il tutto.

Nel farmaco vi sono indicati alcuni dati di importanza rilevante:
Indicazioni, per cosa viene utilizzato;
Controindicazioni, una condizione che aumenta il rischio dell’utilizzo di un certo farmaco.
Effetti collaterali, quali danni non desiderati può apportarne l’uso: meno un farmaco è selettivo e più sarà probabile la comparsa di effetti collaterali;

Posologia, il dosaggio, quanto e ogni quanto tempo deve essere somministrato;
Modalità di somministrazione, se per via orale, per endovena, ecc.
Sovradosaggio, effetti dovuti a dose troppo elevata, di solito comporta gli effetti collaterali più gravi, primo fra tutti l’intossicazione

La medicina in Italia

Strutture mediche
Ospedale, pronto soccorsoOspedale, diviso in più unità operative
Poliambulatorio
Clinica privata, strutture private
Guardia medica, istituita presso l’ASL
ASL (o AUSL), è un ente pubblico regionale, al quale compete l’organizzazione finanziaria e gestionale delle prestazioni sanitarie.
Consultorio
Sert o Ser.T (Servizio TossicoAlcoldipendenze), dedicati alla cura, alla prevenzione ed alla riabilitazione delle persone che hanno problemi conseguenti all’abuso di sostanze come le droghe o l’alcool che generano dipendenza dalle stesse.
Ufficio igiene, dove avvengono le vaccinazioni
medicina di urgenza:
118, (Servizio Sanitario di Urgenza ed Emergenza Medica) è il numero telefonico attivo in Italia per la richiesta di soccorso medico per emergenza sanitaria.
Pronto soccorso, il reparto dove vengono accolte le urgenze.

Personale medico
Medico generico, una volta laureati in medicina e superato l’esame di Stato si diventa medici generici, senza specializzazione non si può lavorare nei reparti.
Di recente anche i nuovi Medici di Famiglia per esercitare devono aver conseguito apposita "Specializzazione in Medicina Generale".
Dirigente medico
Direttore sanitario
Vicedirettore, colui che fa le veci del direttore in sua assenza
Direttore, il responsabile di un’unità operativa, che si pone a capo di essa
Ricercatore, i ricercatori medici (ma possono essere anche non medici) sono coloro che si occupano della continua ricerca e relativa scoperta in campo scientifico. Le loro ricerche, effettuate sempre in un gruppo, durano anni prima di venire pubblicate, e prima di ciò devono essere sottoposte ad una commissione di esperti che le giudica.

Altre figure professionali in medicina

  • Personale infermieristico
  • Fisioterapista
  • Ostetrico
  • Dietista
  • Logopedista
  • Tecnico di radiologia
  • Tecnico di laboratorio
  • Operatore socio-sanitario


Medicina e la scuola

In Italia per diventare medici prima bisogna frequentare la facoltà di medicina e chirurgia, attualmente a numero chiuso, per cui per accedervi bisogna sostenere un esame di ammissione. Una volta laureati bisogna sostenere l’esame di abilitazione, successivamente ci si deve iscrivere presso l’albo provinciale dei medici. Durante il corso degli studi, oppure successivamente, il medico può scegliere in quale disciplina specializzarsi frequentando, dopo superamento dell’esame di ammissione, una scuola di specializzazione. Il giuramento di Ippocrate è il giuramento che medici ed odontoiatri prestano prima di iniziare la professione.

La medicina e lo stato

Lo stato in quanto tale deve garantire e tutelare ai cittadini la salute pubblica, ha un ruolo importantissimo per la medicina in Italia.
Lo stato ha previsto l’istituzione della tessera sanitaria per ogni persona, documento che quasi sostituisce il codice fiscale.

Diritti e doveri

Il legislatore è intervenuto più volte creando leggi che coinvolgono direttamente o indirettamente la medicina, istituendo una serie di diritti, che proteggono i pazienti, ma anche di doveri a cui vanno soggetti i medici durante la loro attività, il cui rispetto rientra nella deontologia medica.

Diritti riconosciuti, molti fra cui:

  • Legge sulla privacy, legge n. 675 del 31 dicembre 1996, che ha avuto la finalità di riconoscere il diritto del singolo sui propri dati personali, racchiudendo le operazioni di gestione riguardanti la raccolta, l’elaborazione, il raffronto, la cancellazione, la modificazione, la comunicazione o la diffusione dei dati di una persona.
  • Diritto alla salute, articolo 32 della costituzione italiana afferma che la salute è un diritto fondamentale della persona ma anche un interesse della collettività.
  • Consenso informato, in virtù dell’articolo 32 della Costituzione italiana dove sancisce che nessuno può essere obbligato ad un determinato trattamento sanitario se non per disposizione di legge, tale fondamento si combina con l’articolo 13 della costituzione dove si afferma il principio fondamentale della inviolabilità della libertà personale (art. 13).


Doveri dei medici, molti fra cui:

  • Obbligo di prestare soccorso, anche se il medico non si trova dentro la struttura ma assiste ad un’emergenza, articolo 8;
  • Obbligo del rispetto del segreto professionale, articolo 10, dove si evince che il medico deve mantenere il segreto su qualunque cosa gli venga affidata e su tutto quello che può conoscere in virtù della sua attività;
  • Obbligo di non arrecare danni fisici e/o psichici al paziente; articolo 18
  • Obbligo di rispettare l’uguaglianza a qualunque livello (di religione, di razza, di sesso, ecc) durante lo svolgimento del loro lavoro, ovvero di non avere preferenze, articolo 3;
  • Obbligo di non avere rapporti con i loro pazienti;
  • Obbligo di non accanirsi nella cura e di non effettuare anche su richiesta del paziente eventi che lo possano condurre alla morte (eutanasia), articolo 16 e 17
  • Menzione particolare per la legge sull’aborto che ha avuto un importante ruolo nella medicina italiana.

Enti ed organi medici statali

Lo Stato ha istituito molti enti ed amministrazioni che gestiscono i servizi medico-sanitari, sia a livello centrale (statale) che a livello periferico (regioni):

Servizio sanitario nazionale: denominato semplicemente SSN, non è un’unica amministrazione ma un insieme di enti ed organi che concorrono al raggiungimento degli obiettivi di tutela della salute dei cittadini. Lo compongono infatti:

Ministero della Salute, il ministero che sorveglia ed organizza la struttura sanitaria all’interno del paese;
Vari enti ed organi a livello nazionale, quali il Consiglio superiore di sanità (CSS), l’Istituto Superiore di Sanità (ISS), l’Istituto Superiore per la Prevenzione e Sicurezza del Lavoro (ISPESL), l’Agenzia per i Servizi Sanitari Regionali (ASSR), gli Istituti di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico (IRCCS), gli Istituti Zooprofilattici Sperimentali e l’Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA);
I Servizi sanitari regionali (SSR).

Inoltre, a livello nazionale, troviamo gli enti che prestano assistenza alle persone:

Istituto nazionale dell’assicurazione contro gli infortuni sul lavoro, l’INAIL, l’ente preposto al pagamento di indenizzi dovuti ad infortuni;
Istituto nazionale della previdenza sociale, l’INPS, l’ente preposto al pagamento di pensioni ed indennizzi in caso di malattie.

Premio Nobel per la medicina

Il premio Nobel per la medicina fondato nel 1901,ha visto ogni hanno ricompensare con tale riconoscimento prestigioso i medici per le loro scoperte. Ad esempio nel 1905 fu premiato Robert Koch per le sue importanti scoperte della tubercolosi", nel 1923 Frederick Grant Banting e John James Richard Macleod furono premiati per la scoperta dell’insulina," l’anno successivo fu scoperto da Willem Einthoven l’elettrocardiogramma. Fra gli italiani premiati si ricordano Renato Dulbecco e Rita Levi-Montalcini

Organizzazioni mondiali

Organizzazione Mondiale della Sanità, agenzia dell’ONU, fondata il 7 aprile 1948, con sede a Ginevra.


La Medicina